giovedì 21 luglio 2011

La grigliata...

Avete presente quando i sogni diventano realtà?
Quando aspetti con ansia un momento e poi all'improvviso, eccolo, è arrivato?
Giovedi scorso è iniziato il conto alla rovescia, finalmente il giorno per varcare nuovamente quel cancello è stato fissato.
I giorni, le ore, i minuti sembravano non passare più e l'agitazione aumentava, la paura che la magia creata in 6 mesi di progetto fosse sparita, paura di non trovare ciò che avevi lasciato...
Lunedi vedevo il giovedi lontanissimo e cercavo di fare di tutto per non fare progetti o pronostici, perchè niente va come te l'aspetti, quindi non volevo farmi strane illusioni.
Il fatidico giorno è arrivato, tutti i pensieri girano intorno a quel momento ed eccoci davanti al magico cancello, proprio come il 10 gennaio, ore 20 ritrovo, si aspettano i ritardatari e si entra tutti insieme, questa volta senza il nostro motto scaramantico "dai cla va", perchè alla cena erano invitati tutti i clown che hanno fatto i progetti gli anni scorsi.
Visto che nulla è come te l'aspetti una bellissima sorpresa ci aspettava, il mitico F è tornato. Subito non lo avevo riconosciuto, non mi sembrava vero rivederlo, invece era lui in carne ed ossa...che bello riabbracciarlo. L'ho pensato tanto in questi mesi, sapere che non stava bene mi faceva star male perchè non potevo farci niente. Sapere che si è ripreso, vederlo e parlarci è stato bellissimo, mai me lo sarei aspettato.
Poi c'erano loro, tutti e 11 li che ci aspettavano, felici di rivederci e belli come il sole con tutta la loro magia e la loro gioia lasciata l'11 giugno dopo lo spettacolo. Stranamente non mi sono commossa, ma il mio cuore era impazzito, ho aspettato tanto questo momento.
I loro occhioni erano semplicemente stupendi, emanavano un sacco di gioia e mi hanno riempito il cuore, avevo bisogno di loro, dei loro sorrisi, della loro curiosità, del loro semplice modo di farmi sentire importante. Non sono servite parole complicate o grandi gesta per dimostrarmi che quello che ho provato io in questo mese lo hanno provato anche loro, perchè poche volte nella mia vita mi sono sentita cosi voluta...ogni giorno li ho pensati ed ogni giorno loro hanno pensato alla loro amica Anika, ascoltando i miei cd o aspettando quella lettera mai spedita.
La grigliata è andata benissimo, la tavolata era lunghissima e al mio fianco avevo loro...stavo cosi bene. A tavola non abbiamo parlato tantissimo, ma in generale non abbiamo fatto lunghi discorsi, il tempo era poco, ma alcuni sguardi e alcune gesta hanno parlato un sacco...non credevo di aver lasciato cosi tanto vuoto.
Dopo cena abbiamo visto tutti insieme lo spettacolo, troppo bello. Finito lo spettacolo gli abbiamo consegnato le magliette disegnate una ad una da noi a mano...

Il momento dei saluti è arrivato, non è stato pesante come la sera dello spettacolo, perchè questa volta è e sarà diverso.
Sono fortunata perchè fino adesso nella mia vita il mio istinto mi ha sempre fatto fare la cosa giusta, quindi andrò avanti per la mia strada e fino a quando loro mi vorranno io ci sarò...come ho detto ad alcuni di loro, io ci sono e saranno loro a decidere le sorti del nostro rapporto.
Ho l'emozione che mi tiene sveglia, ma adesso provo a dormire
Buona notte :-)

Nessun commento:

Posta un commento